lunedì 30 gennaio 2012

Il dopo fiera - THE AFTER FAIR

Neanche la neve di ieri notte ha fermato gli oltre mille espositori che nella giornata di oggi hanno animato le vie cittadine!! A partire dagli artigiani di professione, passando dagli hobbisti fino ad arrivare alle scuole, erano tutti presenti.
Per noi valdostani, è una tradizione partecipare alla Fiera di Sant'Orso, anche se alla fine raramente si compra qualcosa. 

***

Not even the snow came last night has stopped more than a thousand exhibitors who in the day of today have enlivened the streets! From the professional artisans, hobbyists passing up to the schools, all were present.

For us, from Aosta Valley, it is a tradition to participate in the Fair of Saint Orso, although rarely we buy something at the end.


La città si presentava spenta stamattina. Una coltre di nebbia e grigiore minacciava la prima giornata di Fiera, - che come vedete sotto, si districa lungo le vie principali della città - tuttavia, le temperature sono rimaste accettabili per tutto l'arco della nostra permanenza.

***
The city showed off this morning. A blanket of gray fog and threatened the first day of the Fair, - which as you can see below, unravels along the main streets of the city - however, the temperatures remained acceptable for the whole of our stay.




 Ed ecco alcuni aspetti della Fiera che apprezzo ogni volta. Sopra una delle sculture più piacevoli del panorama fieristico, un contadino che mette a stagionare un pezzo di lardo all'interno del caratteristico doil...
Sotto invece una collezione di Sabots (Tsacolé nel dialetto della zona), tipicissimi.

***

 And here are some aspects of the fair that I appreciate every time. Above one of the most pleasant sculptures of the fair scene, a peasant who puts a piece of bacon to season in the characteristic doil
Under a collection of Sabots (Tsacolé in the dialect of the area), very typical.





Guardate la precisione espressa in queste mani che mungono il petto di una mucca!
E sotto forse l'elemento più caratteristico in assoluto. Il Vin Brulé che anima le serate a ridosso della fiera, quelle trascorse all'interno delle cantine aostane, a parlare, cantare, divertirsi. A fare una Vèillà, insomma...

***

Look at these hands accurately expressed in breast milking a cow!
And in perhaps the most characteristic feature of all. Vin Brulé.
Vin Brulé that enlivens the evenings behind the show, those spent in the cellars of Aosta, to talk, sing, have fun. To make a Veillà, well ...








Una volta, la Fiera era l'unico momento dell'anno in cui i lavori potevano essere fermati per potersi trovare tutti nelle vie della città. I contadini portavano le merci costruite con pazienza durante le fredde e lunghe nottate alpine, spesso si trattava di attrezzi per il lavoro, come rastrelli (ràté), botti (bossés), bastoni (bàton), navicelle (treiulles) per legare il fieno, cestini di salice (Tsaven) o di nocciolo (Gorbets).
In seguito, durante i 1012 anni di fiera, le persone hanno iniziato a produrre oggetti semplicemente decorativi o di uso domestico come le sculture che abbiamo visto o i piatti, posate e i Sabots.
Ora, la Fiera è famosa per ogni genere di oggetto artigianale possibile, la cosa importante in questi giorni è lo stare insieme, divertirsi e condividere storie e passioni.

***

Once, the Fair was the only time of year when the work could be stopped in order to find each other among the streets of the city. The farmers bring their goods built with patience during the long and cold mountain nights, often they were tools for the job, such as rakes (rate), barrels (Bosses), sticks (Baton), boats (treiulles) to tie the hay, willow baskets (Tsaven) or hazel (Gorbets).
Later, during the 1012 years of the show, people started to produce objects simply decorative or household as we have seen the sculptures or pots, cutlery and Sabots.
Now, the Fair is famous for all kinds of craft object as possible, the important thing these days is being together, have fun and share stories and passions.


Vi siete emozionati un po' anche voi?

Un abbraccio. 

***

We're excited about a little 'too?

Hugs

 

1 commento:

  1. Che meraviglia! Una fiera d'altri tempi! Belllissssimaaa!

    RispondiElimina

Ci lasci un pensiero?